Alterazioni 2012
Alterazioni 2012
Stiamo lavorando alla nuova edizione

La seconda edizione di Pimp My Mary, rassegna organizzata dal collettivo creativo EXP di Carrara, ha preso il via da poco ed ha già fatto parlare molto di sé. Il coro di critiche e apprezzamenti si è levato forte e noi di Artq non potevamo rimanerne estranei. Leggi il resto →

Chi l’ha detto che produrre una birra artigianale, di qualità, dagli aromi impensabili, profumata, fragrante, di carettere, ambrata o bianca, più intensa o fresca e dissetante, non sia un’arte? Leggi il resto →

Le opere possono spaziare dalla fotografia alla grafica, dall’illustrazione alla scultura, dalla pittura al video, dalle installazioni al design. Per partecipare alla selezione inviare una mail con la foto delle opere a alterazionivisive@artq.it  

Prorogato al 3 giugno prossimo il termine per partecipare alla selezione di opere che parteciperanno ad Alterazioni Visive 2012, in programma dal 28 luglio alla fine di agosto al  Castello Aldobrandesco di Arcidosso. Leggi il resto →

Il 27 luglio prossimo si apre il festival delle arti che per il terzo anno consecutivo vede Arcidosso e il suo castello aldobrandesco colorarsi di arte, musica, bella gente e contemporaneitàLeggi il resto →

IC_Streetart

I muri di Arcidosso nelle mani di Jbrock e Lucamaleonte per quattro giorni a partire dal 16 luglio.

La sezione dedicata alla street art è ormai un spazio fisso del nostro festival. Rivalorizzare gli spazi grigi di Arcidosso è tra i nostri obiettivi più importanti. Farlo con opere d’arte firmate da artisti internazionali è un onore. Leggi il resto →

  • Alterazioni / 011

    "La contemporaneità che guarda al futuro si sposa, perfetta, con antiche mura testimoni di un passato mai uguale a questo presente, al tempo che verrà. Il vecchio e il nuovo prendono vita. Opposti nella forma ritrovano un’unica, magica essenza. È la loro contrapposizione a generare l’emozione, la suggestione, quel sapore unico che non si può descrivere ma solo immaginare.
  • Ad ognuno il suo viaggio, ad ognuno il suo pensiero solitario, unico ma molteplice allo stesso tempo. Artisti eterogenei si confrontano, sospesi in un’altra dimensione. Il passato diviene futuro. Gli opposti si scoprono uguali."